L'AUTUNNO PIU' SICCITOSO DEGLI ULTIMI 100 ANNI A PERUGIA

Il 30 novembre si è concluso l’autunno meteorologico 2011 (che ha inizio il 1 settembre) con un record secolare per quanto riguarda la scarsità delle precipitazioni nel capoluogo regionale. Infatti, in questa stagione autunnale, su Perugia sono caduti in media appena 95mm di precipitazioni distribuite in 10 giorni di pioggia. Dati, questi, rilevati dalle tre stazioni meteo, gestite dall’Associazione di Promozione Sociale Perugia Meteo, ubicate a San Sisto, a Ponte Valleceppi e nel Centro Storico, presso la Biblioteca Augusta. E’ un dato impressionante in quanto risulta la stagione autunnale più siccitosa degli ultimi 100 anni. I valori più bassi finora raggiunti, dal 1911 ad oggi, erano stati nel 1954 con 100,9 mm, nel 1970 con 105,7 mm, nel 1945 con 110,4mm e nel 1920 con 116,8mm. Se il 2010 era stato l’anno nel complesso più piovoso degli ultimi 100 anni, in quest’anno si sta maturando un deficit di precipitazioni nell’ordine dei 500 mm di media, il 42% in meno rispetto alla norma. Questi dati, che raccolgono due record opposti in due anni consecutivi, dimostrano, se ce ne fosse ancora bisogno, che la naturale fluttuazione del clima, in questi ultimi decenni si sta, purtroppo, estremizzando ulteriormente attraverso fenomeni sempre più radicali. Fenomeni alluvionali si alternano a siccità violente anche in territori limitati e contigui. Ecco perché siamo costretti a raccontare un clima che ci propone precipitazioni intense dell’ordine di 300mm in 24 ore, tipiche delle aree monsoniche, in alcune aree della penisola ( Liguria, alta Toscana e Messinese) e nello stesso periodo stagionale fenomeni siccitosi come quello che sta colpendo Perugia, ma anche il territorio regionale e altre zone dell’Italia centrale. Una siccità tanto più intensa e pericolosa per il prosieguo delle prossime stagioni perché si è acuita proprio nel periodo di solito più piovoso dell’anno, come in questo autunno. Ecco perché la situazione complessiva delle sorgenti e dei corsi d’acqua della regione, ha raggiunto uno stress elevato toccando portate minime, in genere tipiche delle stagioni estive. Questo non vuole essere un allarme generico però vogliamo rivolgere alle Istituzioni nel loro complesso, un’allerta in quanto la situazione va attentamente monitorata valutando l’andamento climatico dell’inverno iniziato proprio oggi 1 dicembre per valutare le complessità che potrebbero derivare dall’eventuale proseguimento di questo trend negativo di precipitazioni

Stazione meteo Perugia centro
in tempo reale

LE NOSTRE WEBCAM
 


Canali

Aggiornato al 31/12/2014

Vai al diario meteo giorno per giorno!

Vieni a trovarci su facebook!